Apple acquisisce Vrvana, specializzata in Realtà Aumentata

Vrvana -qui il sito ufficiale– ha messo a punto il visore a Realtà Aumentata che vedete in cima al post; si chiama Totem e non è ancora stato ufficialmente rilasciato.

È diverso dai prodotti simili perché fonde assieme tecnologie di realtà aumentata e realtà virtuale in un solo dispositivo in modo innovativo: in pratica, si ha la creazione di realtà virtuale su lenti che mostrano il mondo reale.

Tuttavia a differenza di Microsoft Hololens, che proietta le immagini su display trasparenti in grado di mostrare la realtà circostante, il meccanismo messo a punto da Vrvana funziona mostrando le immagini catturate dalle telecamere sui display OLED integrati a 1440p.

Le telecamere poste sulla scocca del visore, infatti, possono tener traccia del posizionamento nell’ambiente, e delle mani dell’utente grazie ai sensori a infrarossi.

Un’acquisizione che non è stata ancora ufficialmente confermata da Apple, ma neppure smentita; e tanto riserbo è comprensibile. Conosciamo l’interesse della mela verso questo campo, ed è noto che ricerca e sviluppo sull’argomento vanno avanti da anni. Gli occhiali a cui lavora Cupertino hanno un display dedicato, un processore per l’elaborazione dati e uno speciale sistema operativo ribattezzato “rOS.” E se tutto va come previsto, il debutto è previsto per il 2020.

 

fonte: melablogo

Be the first to comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*